Visita la sezione For Fun !
  MAGAZINE  
SCHEDA NEWS TORNA INDIETRO
Le creme solari distruggono il mare!
21 Ottobre 2013
Categoria: Ambiente
Pubblicato da: Redazione
Le creme solari distruggono il mare!
"l'allerta sulle conseguenze ecologiche dell'utilizzo di creme solari del CNdR Spagnolo e dell'Università di Valencia"

Chi ha a che fare con il mare tutto l'anno, come appassionati di sport acquatici, ma anche chi fa semplicemente turismo in località marittime, non può ad oggi ignorare i danni all'ecosistema marino dati dall'utilizzo da parte dell'uomo di creme solari.

Il Consiglio Nazionale di Ricerche Spagnolo e l'Università di Valencia, hanno svolto in proposito, a Maiorca, un interessantissimo studio che ha evidenziato l'impatto che i filtri solari esercitano sulle acque marine.
Para-aminobenzoati, Cinnoato, benzofeonone, dibenzoilmetano, biossido di titanio, ossido di zinco, parabeni, solfato di ammonio, trifosfato di pentasodio, e altri, tutti contenuti nelle più comuni creme solari, mettono in serio pericolo il fitoplancton, in special modo la chaetoceros gracile.

Il problema sussiste sia per le creme con filtri chimici (che assorbono i raggi ultravioletti) che quelle con schermi fisici (che invece riflettono), in quanto contengono tutte almeno uno di questi agenti. Facendo il bagno, tali sostanze vengono immesse direttamente nel mare, nonostante l'UE li ritenga tanto nocivi per l'ecosistema marino, da dover essere trattati prima dello scarico in acqua.

Tra l'altro, già nel 2007 la FDA (Food and Drug Administration), un ente governativo americano che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, quindi anche deicosmetici e delle protezioni solari, ha dichiarato di non essere a conoscenza di alcun dato che attesti che il solo uso delle creme solari aiuti a prevenire il cancro alla pelle, sottolineando quanto, in realtà, alcuni filtri solari possano invece aumentarne il rischio di insorgenza

Coprirsi con magliette, cappellini e stare all'ombra, rimane quindi sempre un ottimo metodo di protezione.
Il sole ad ogni modo non va demonizzato: ci aiuta a rinforzare le ossa e a sintetizzare la vitamina D, e dona alla nostra pelle un meravglioso colorito.
Come sempre quindi dobbiamo ricordare che "il veleno è nella dose", dobbiamo quindi trovare la giusta via di mezzo fra il non godere affatto del sole e il carbonizzarsi a forza di tintarelle chimiche.

Ci sono per questo ottimi metodi naturali:

Crema cocco e mandorle

Ingredienti: - 1/4 tazza di olio di cocco o di mandorle; - 5 cucchiaini di ossido di zinco puro, facilmente acquistabile online o al supermercato nel reparto articoli da toeletta per neonati; - 1 cucchiaio di cera d'api o cera emulsionante; - 3 cucchiai di aloe vera gel; - 1/2 acqua o un bicchiere di tè verde; - 10 gocce di estratto di semi di pompelmo, di noce di cocco o alla vaniglia o oli essenziali per la profumazione. Evitate quelli agli agrumi poiché potrebbero provocare bruciore.

Preparazione: Scaldate a bagnomaria l'olio di cocco o mandorle insieme alla cera d'api fino a farli sciogliere, poi togliete dal fuoco, aggiungete gli oli essenziali e versate in una ciotolina. Aggiungete la polvere di ossido di zinco evitando di inalarla. Poi scaldate a parte l’acqua o il tè verde insieme all’aloe vera e aggiungete la miscela al composto realizzato in precedenza, mescolate con forza e aggiungete eventualmente qualche altro olio essenziale per migliorarne la fragranza. La crema va conservata in un luogo fresco e asciutto e inserita all’interno di una boccetta o contenitore.


Crema Sesamo e Cacao


Ingredienti: 60 grammi di burro di cacao, 30 di cera d’api, 150 ml di acqua distillata, 90 di olio di semi di sesamo, 2 cucchiai di ossido di zinco, 4 capsule di vitamina E, 1 cucchiaino di tintura di rosmarino.

Preparazione: Nell’acqua sciogliete l’olio di sesamo, il burro di cacao e la cera d’api, mescolando bene, per ottenere un composto ben amalgamato. Dopo aver tolto il tutto dal fuoco, aggiungete l’acqua distillata. Aprite le capsule di vitamina E, lasciandone cadere il contenuto nel composto e continuate a mischiare. Miscelate anche l’ossido di zinco e la tintura di rosmarino. Mettete ciò che avete ottenuto in un contenitore e lasciatelo raffreddare. Da conservare in frigorifero.
 

Olio abbronzante protettivo alsesamo per pelli normali

Ingredienti: 2 cucchiai di olio di sesamo, 2 cucchiai di olio di germe di grano, 4 cucchiai di olio di nocciole, 4 cucchiai di olio di noci, 5 gocce di olio essenziale di lavanda, 5 gocce di olio essenziale di ylang ylang

Preparazione: Versate tutti gli ingredienti in un contenitore, preferibilmente una bottiglia o uno richiudibile con tappo, in modo che una volta versati si possa agitare bene per amalgamare il contenuto. Ricordare di fare la stessa cosa ogni volta che si utilizza il prodotto, agitare prima dell’uso. Questo olio abbronzante va conservato in frigorifero, decorsi oltre 3 mesi è meglio eliminarlo, mentreperiodicamente va controllato l’odore che emana, se è sgradevole è opportuno non farne uso per l’irrancidimento dei componenti. Per l’utilizzo si consiglia di applicarne un’abbondante quantità almeno 30 minuti prima di esporsi al sole.

Olio abbronzante protettivo per pelli secche all'avocado

Ingredienti: 4 cucchiai di olio di sesamo, 4 cucchiai di olio di avocado, 4 cucchiai di olio di noci, 4 cucchiai di olio di nocciole, 6 gocce di olio essenziale di calendula, 4 gocce di olio essenziale di patchouli

Preparazione: unite in un contenitore con tappo a vite (o simile) l’olio di sesamo, quello di avocado, di noci e di nocciole. Aggiungete poi l’olio di  calendula e di patchouli. Agitate bene e consevate in frigorifero. Si consiglia di applicare 30 minuti prima di mettersi sotto il sole.


 

ALTRI ARTICOLI DELLA CATEGORIA AMBIENTE
2 Maggio 2016   ​“A pesca d’immondizia!”   LEGGI TUTTO
17 Ottobre 2015   Accordo Green fra Cuba e Stati Uniti   LEGGI TUTTO
21 Maggio 2015   SONO 356 LE AZIONI ITALIANE DI LET’S CLEAN UP EUROPE 2015, È RECORD!   LEGGI TUTTO
23 Gennaio 2015   Olio esausto e batterie   LEGGI TUTTO
19 Gennaio 2015   Biodiversità agraria:il Parco presenta il progetto che la tutela   LEGGI TUTTO
28 Dicembre 2014   I "perchè no" delle trivelle   LEGGI TUTTO
10 Novembre 2014   PESCA E AREE MARINE PROTETTE   LEGGI TUTTO
18 Ottobre 2014   L'Apiratore salva-spiaggia per salvare la costa   LEGGI TUTTO
7 Ottobre 2014   Il mare assorbe CO2 anche se ghiacciato   LEGGI TUTTO
26 Settembre 2014   Annunciata la più grande riserva marina al mondo   LEGGI TUTTO
24 Settembre 2014   Al via il Forum internazionale del mare e delle coste   LEGGI TUTTO
25 Aprile 2014   ECO-CINEFORUM a Lecce con Greenpeace!   LEGGI TUTTO
12 Febbraio 2014   Ecosistema Rischio 2013   LEGGI TUTTO
16 Dicembre 2013   Progetto “Io Fitodepuro”   LEGGI TUTTO
23 Ottobre 2013   FERMA L'UCCISIONE DEGLI SQUALI! STOP SHARKS KILLING!   LEGGI TUTTO